21. Introduzione all’automazione

think-cell aiuta a creare rapidamente grafici professionali basati sui dati di PowerPoint. Ma che dire dell’automazione dei report periodici o dell’utilizzo di un servizio Web per creare grafici basati sui parametri o sull’esportazione dei report di business intelligence sotto forma di diapositive di PowerPoint? Grazie all’automazione di think-cell, è possibile farlo rapidamente usando i propri dati Excel o JSON e senza gli errori che si verificano di solito in un processo manuale. Tutto quel che serve è:

1.
Una presentazione PowerPoint con grafici think-cell.
2.
Logica programmatica per controllare l’automazione.

Iniziamo creando una presentazione PowerPoint con una think-cell chart come modello di automazione:

1.
Creare un grafico in PowerPoint come descritto in Introduzione ai grafici e nei capitoli successivi. Qualsiasi tipo di think-cell chart funzionerà, inclusi tutti gli elementi decorativi quali assi e frecce di differenza. Grafici modelli think-cell per automazione senza nome

I dati iniziali non sono importanti poiché verranno successivamente sostituiti in modo programmatico dai dati reali.

2.
Nella barra degli strumenti contestuale del grafico, fare clic sul campo che dice Nome UpdateChart.
3.
Inserire un nome univoco, es., Chart1, a cui fare riferimento in seguito Grafici modelli think-cell per automazione con un nome
4.
Salvare la presentazione, ad es. come template.pptx.

Il passo successivo è creare una logica programmatica che unirà i dati Excel o JSON al grafico.

Nota: Questo approccio sostituisce la necessità di un’API generale per creare grafici e aggiungere elementi decorativi dei grafici che non sono supportati.