Knowledge base KB0187

Le impostazioni di protezione potrebbero avere impedito il caricamento di think-cell

Problema

Qualora non sia possibile trovare think-cell in PowerPoint o Excel o se il foglio dati interno di think-cell non si apre, le impostazioni di protezione di PowerPoint o di Excel potrebbero averne impedito il caricamento automatico.

Nota: Altre cause possibili per il mancato avvio di think-cell sono descritte in KB0004.

Sintomi

Quando si avvia Excel [PowerPoint], compare la barra dei messaggi di Office gialla sotto alla barra multifunzione di Excel [Powerpoint], con il messaggio: AVVISO DI PROTEZIONE: Il contenuto attivo è stato in parte disattivato. Fare clic per ulteriori dettagli.

Avviso di protezione di Office 2016

Se non compare una barra dei messaggi di Office all’avvio di Excel [Powerpoint] e think-cell non è disponibile nella scheda Inserisci di Excel [Powerpoint], mentre l’opzione Richiedi che i componenti aggiuntivi di applicazioni siano firmati da un autore attendibile è selezionata nel menu di Excel [Powerpoint] → FileOpzioniCentro protezioneImpostazioni Centro protezione…Componenti aggiuntivi, fare riferimento alla seguente sezione Analisi dettagliata per maggiori informazioni.

Soluzione

Per autorizzare manualmente il certificato di think-cell, eseguire i passaggi seguenti. Un amministratore di sistema può anche distribuire il certificato di think-cell.

  1. Riavviare Excel [PowerPoint]: La barra dei messaggi di Office gialla compare sotto alla barra multifunzione di Excel [Powerpoint], con il messaggio: Avviso di sicurezza: i componenti aggiuntivi dell'applicazione sono stati disattivati.

  2. Sulla barra multifunzione fare clic su FileInformazioniAbilita contenutoOpzioni avanzate.

    Opzioni di sicurezza avanzate di Office 2016

  3. Nella finestra di dialogo Opzioni di sicurezza di Microsoft Office, individuare il componente aggiuntivo think-cell. Selezionare Attiva tutto il codice pubblicato da questo editore e confermare con OK.

    Avviso di sicurezza di Office 2016

Analisi dettagliata

Un'impostazione di sicurezza nelle impostazioni del Centro protezione potrebbe impedire il caricamento automatico dei componenti aggiuntivi, qualora l’autore non sia stato aggiunto all’elenco di autori attendibili.

  1. Aprire Excel [Powerpoint] e aprire FileOpzioniCentro protezioneImpostazioni Centro protezione…

  2. A titolo di prova, deselezionare temporaneamente tutte le opzioni della sezione Componenti aggiuntivi, quindi riavviare Excel [PowerPoint]. think-cell sta funzionando adesso? (Nota: per motivi di sicurezza, evitare di mantenere queste impostazioni anche dopo aver concluso la prova.)

  3. Se adesso think-cell sta funzionando, si raccomanda di selezionare le opzioni seguenti:
    Componenti aggiuntiviRichiedi che i componenti aggiuntivi di applicazioni siano firmati da un autore attendibile.
    Questa opzione richiede che think-cell venga aggiunto all'elenco degli autori attendibili.

    Impostazioni dei componenti aggiuntivi del Centro protezione di Office 2016

  4. L'elenco è disponibile in Impostazioni Centro protezione…Editori attendibili. Se think-cell non è incluso nell'elenco, usare la seguente procedura per aggiungerlo.

    1. Selezionare Impostazioni Centro protezione…Componenti aggiuntivi e verificare che l'opzione Richiedi che i componenti aggiuntivi di applicazioni siano firmati da un autore attendibile sia selezionata.

    2. Selezionare Impostazioni Centro protezione…Barra messaggi e assicurarsi che l'opzione Mostra la barra messaggi in tutte le applicazioni quando il contenuto attivo, come i controlli ActiveX e le macro, è bloccato sia selezionata.

    3. Procedere come descritto precedentemente nella sezione Soluzione.

Condividi

Think-cell utilizza cookie per migliorare la funzionalità, le prestazioni e la sicurezza del suo sito Web. Se desideri utilizzare le funzionalità complete di questo sito, devi fornire il tuo consenso. Maggiori informazioni sull’utilizzo dei cookie da parte di think-cell, il tuo consenso e i tuoi diritti sulla privacy sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.