Formato del file di stile

Gli elementi che compongono i file di stile think-cell sono descritti in gruppi tematici nelle seguenti sezioni, mentre la struttura dei file tecnici viene mostrata di seguito nella Struttura dei file.

D1
Definire colori, stili linea e indicatori
D2
Uso di colori, linee e indicatori negli schemi
D3
Personalizzazione dei grafici
D4
Personalizzazione delle linee
D5
Personalizzazione di una Harvey ball e di un segno di spunta
D6
Struttura dei file

D1 Definire colori, stili linea e indicatori

D1.1 Colori

schemeClr

Un riempimento costituito da uno dei colori delle combinazioni integrate in PowerPoint. L’attributo val specifica il colore per mezzo dei valori bg1, tx1, accent1, accent2, accent3, accent4, accent5, accent6, dk1, lt1, dk2, lt2, hlink, folHlink, bg2 o tx2. Quando si usa schemeClr, l’attributo del padre name, l’elemento solidFill verrà solitamente impostato sullo stesso valore dell’attributo val. think-cell utilizzerà quindi il nome visualizzato nella finestra di dialogo dei colori delle combinazioni di PowerPoint, a seconda della versione di PowerPoint e della lingua dell’interfaccia utente.

Esempio:

<solidFill name="accent2"> 
  <schemeClr val="accent2"/> 
</solidFill>

srgbClr

Un riempimento costituito da un colore definito tramite valori per i componenti rosso, verde e blu. L’attributo val contiene sei caratteri esadecimali per i tre componenti.

Esempio:

<srgbClr val="FF00FF"/>

sdrgbClr

Un riempimento costituito da un colore definito tramite valori per i componenti rosso, verde e blu. Gli attributi r, g e b contengono ciascuno numeri compresi tra 0 e 255.

Esempio:

<sdrgbClr r="0" g="255" b="0"/>

scrgbClr

Un riempimento costituito da un colore definito tramite valori per i componenti rosso, verde e blu. Gli attributi r, g e b contengono ciascuno valori percentuali compresi tra 0% e 100%. I valori percentuali possono essere numeri interi o decimali con due posizioni decimali e un punto come separatore.

Esempio:

<sdrgbClr r="0

prstClr

Un riempimento costituito dai colori preimpostati definiti nello standard XML aperto di Office. L’attributo val specifica il nome del colore, che deve essere uno dei nomi (da AliceBlue a YellowGreen) enumerati in

msdn.microsoft.com/en-us/library/ 
documentformat.openxml.drawing.presetcolorvalues.aspx

o nella sottosezione 20.1.10.47 dello standard XML aperto di Office.

Esempio:

<prstClr val="white"/>

D1.2 Riempimenti

solidFill

Un riempimento costituito da un colore unico. Il colore può essere specificato mediante uno degli elementi secondari schemeClr, srgbClr, o prstClr. L’attributo name contiene il nome visualizzato nell’elenco colori.

Esempio:

<solidFill name="White"> 
  <srgbClr val="FFFFFF"/> 
</solidFill>

pattFill

Un riempimento a motivi basato su un motivo o su due colori. I colori possono essere specificati utilizzando gli elementi secondari fgClr e bgClr che descrivono rispettivamente il colore in primo piano e di sfondo del motivo. Il motivo in sé può essere specificato dichiarando l’attributo prst e riferendo un motivo descritto nello standard XML aperto di Office. L’attributo name contiene il nome visualizzato nell’elenco colori.

Esempio:

<pattFill name="Outlined diamond" prst="openDmnd"> 
  <fgClr> 
    <prstClr val="black"/> 
  </fgClr> 
  <bgClr> 
    <prstClr val="white"/> 
  </bgClr> 
</pattFill>

fgClr

Descrive il colore di primo piano del riempimento di un motivo. Il colore può essere specificato mediante uno degli elementi secondari schemeClr, srgbClr, o prstClr.

Esempio:

<fgClr> 
  <prstClr val="black"/> 
</fgClr>

bgClr

Descrive il colore di sfondo del riempimento di un motivo. Vedere fgClr.

D1.3 Opzioni del controllo colori di riempimento

fillLst

Un elenco di riempimenti descritti da numerose istanze degli elementi noFill, solidFill o pattFill. I riempimenti definiti in questo elenco sono visualizzati nel controllo colore della barra degli strumenti mobile (vedere Colore e riempimento).

Esempio:

<fillLst> 
  <solidFill ... 
</fillLst>

noFill

Quando l’utente sceglie questo speciale riempimento (ad esempio per un segmento) dal controllo colore, il segmento non presenta alcun colore di riempimento. L’attributo name contiene il nome predefinito usato nel controllo colore, che non può essere modificato.

<noFill name="No Fill"/>

separator

Una linea orizzontale nell’elenco colori, riempimenti, linee o indicatori visualizzata nella barra degli strumenti mobile.

Esempio:

<separator/>

D1.4 Linee

ln

Una linea di un certo peso in base al tipo di linea. Gli stili linea sono utilizzati nei grafici a linee (si veda Grafico a linee) nonché come connettori universali (si veda Connettori universali) e connettori cascate (si veda Grafico a cascata). L’attributo w descrive lo spessore della linea. Il valore di questo attributo è indicato in EMU (English Metric Unit). 12700 EMU equivalgono a uno spessore linea di 1 pt. L’attributo name contiene un nome utilizzato per indicare questo stile linea. Il tipo di linea può essere specificato tramite l’elemento secondario prstDash.

Esempio:

<ln name="Solid 0.25 pt" w="3175"> 
  <prstDash val="solid"/> 
</ln>

prstDash

Uno stile linea basato sugli stili linea preimpostati definiti nello standard XML aperto di Office. L’attributo val specifica il tipo di linea con i valori solid, dot, dash, lgDash, dashDot, lgDashDot, lgDashDotDot, sysDash, sysDot, sysDashDot, sysDashDotDot, che corrispondono allo standard Office Open XML:

msdn.microsoft.com/en-us/library/ 
documentformat.openxml.drawing.presetlinedashvalues.aspx

Esempio:

<prstDash val="solid"/>

D1.5 Opzioni del controllo stile linea

lnLst

Un elenco delle linee descritte da un’istanza opzionale dell’elemento noLine e da almeno una delle istanze dell’elemento ln. Le linee definite in questo elenco sono visualizzate nel controllo degli stili linea della barra degli strumenti mobile (vedere Stile linea).

Esempio:

<lnLst> 
  <ln ... 
</lnLst>

Per descrivere ogni voce dell’elenco, l’attributo w dell’elemento ln viene convertito in punti, ad es. 3175 EMU in 1/4 di punto, e visualizzato con la rappresentazione visiva del tipo di tratteggio.

noLine

Quando l’utente sceglie questo stile linea speciale dal controllo dello stile linea, la linea non presenta alcun colore di riempimento. L’attributo name contiene il nome visualizzato nel controllo stile linea. Questo elemento potrebbe apparire solo una volta all’interno dell’elenco delle linee.

Esempio:

<noLine name="No Line"/>

D1.6 Indicatori

marker

Un indicatore con una forma determinata. L’attributo name contiene il nome visualizzato nell’elenco stili indicatore. La forma dell’indicatore può essere specificata tramite l’elemento secondario symbol.

Esempio:

<marker name="Marker Circle"> 
  <symbol val="circle"/> 
</marker>

symbol

La forma dell’indicatore si basa sulle forme degli indicatori preimpostate definite nello standard XML aperto di Office. L’attributo val specifica il tipo di indicatore per mezzo dei valori circle, triangle, diamond, square, star, x, hollowCircle, hollowTriangle, hollowDiamond, hollowSquare, dash, dot, plus.

msdn.microsoft.com/en-us/library/ 
documentformat.openxml.drawing.charts.markerstylevalues.aspx

Esempio:

<symbol val="circle"/>

D1.7 Opzioni del controllo indicatore

markerLst

Un elenco degli indicatori descritto da un’istanza opzionale dell’elemento noMarker e da almeno un’istanza dell’elemento marker. Gli indicatori definiti in questo elenco sono visualizzati nel controllo indicatore della barra degli strumenti mobile (si veda Forma indicatore).

Esempio:

<markerLst> 
  <marker ... 
</markerLst>

noMarker

Quando l’utente sceglie questo stile indicatore speciale dal controllo dello stile indicatore, l’indicatore non presenta alcun colore di riempimento. L’attributo name contiene il nome predefinito usato nel controllo dello stile indicatore, che non può essere modificato.

<noMarker name="No Marker"/>

D2 Uso di colori, linee e indicatori negli schemi

D2.1 Opzioni del controllo combinazione colori

fillSchemeLst

Un elenco di combinazioni colori think-cell che viene utilizzato nel controllo combinazione colori della barra degli strumenti mobile (vedere Combinazione colori). Le combinazioni di riempimenti individuali vengono definite per mezzo dell’elemento secondario fillScheme.

Esempio:

<fillSchemeLst> 
  <fillScheme name="Company fill scheme"> 
  ... 
</fillSchemeLst>

fillScheme

Una combinazione colori che consiste in una sequenza di riempimenti. Viene definita facendo riferimento ai riempimenti per mezzo dell’elemento secondario fillRef. L’attributo name contiene il nome visualizzato nel controllo combinazione colori. L’attributo fillRefOtherSeries specifica quale colore utilizzare per le serie Altro (vedere Serie Altro).

Se l’attributo booleano opzionale reverse è impostato su 1, l’elenco dei riempimenti verrà applicato in ordine inverso, cominciando con il primo riempimento per la serie più in basso, il secondo riempimento per la serie appena superiore e così via.

Esempio:

<fillScheme name="Company fill scheme" 
            fillRefOtherSeries="Orange" 
            reverse="0"> 
  <fillRef name="White"/> 
  ... 
</fillScheme>

fillRef

Un riferimento a un riempimento definito nell’elemento fillLst. L’attributo name deve corrispondere al valore dello stesso attributo nella definizione del riempimento.

Esempio:

<fillRef name="White"/>

D2.2 Opzioni del controllo combinazione linee

lnfillmarkerSchemeLst

Un elenco delle combinazioni di linee di think-cell che sarà utilizzato nel controllo schema linea sulla barra degli strumenti mobile. Le combinazioni di linee individuali vengono definite per mezzo dell’elemento secondario lnfillmarkerScheme.

Esempio:

<lnfillmarkerSchemeLst> 
  <lnfillmarkerScheme name="Company line scheme"> 
  ... 
</lnfillmarkerSchemeLst>

lnfillmarkerScheme

Una combinazione di linee consiste di una sequenza di stili linea combinati. Viene definita descrivendo gli stili di linea mediante l’elemento secondario lnfillmarker che fa riferimento a una linea, un colore e un indicatore. L’attributo name contiene il nome utilizzato nel controllo dello schema linea.

Esempio:

<lnfillmarkerScheme name="Company line scheme"> 
  <lnfillmarker> 
    <lnRef name="Solid 18"/> 
    <linefillRef name="accent1"/> 
    <markerRef name="No Marker"/> 
  </lnfillmarker> 
  ... 
</lnfillmarkerScheme>

lnfillmarker

Uno stile linea combinato per grafici a linee (si veda Grafico a linee) descritto dagli elementi secondari lnRef, linefillRef e opzionalmente markerRef che fanno riferimento, rispettivamente, a una linea, un colore di riempimento e un indicatore.

Esempio:

<lnfillmarker> 
  <lnRef name="Solid 18"/> 
  <linefillRef name="accent1"/> 
  <markerRef name="No Marker"/> 
</lnfillmarker>

lnRef

Un riferimento a una linea definito nell’elemento lnLst. L’attributo name deve corrispondere al valore dello stesso attributo nella definizione della linea. lnRef come elemento secondario di lnfillmarker presenta le limitazioni seguenti: Potrebbe non fare riferimento al tipo di linea noLine. MS Graph supporta in un grafico a linee solo le quattro linee seguenti. Fare riferimento alle linee, la cui larghezza è elencata di seguito. Gli altri valori saranno arrotondati a quello più prossimo supportato.

Spessori linea supportati nei grafici a linee:

spessore linea in
EMU pt
3.175 0,25
9.525 0,75
19.050 1,5
28.575 2,25

Esempio:

<lnRef name="Solid 18"/>

linefillRef

Un riferimento a un colore di riempimento definito nell’elemento fillLst. L’attributo name deve corrispondere al valore dello stesso attributo nella definizione del riempimento.

Esempio:

<linefillRef name="accent1"/>

markerRef

Un riferimento a un indicatore definito nell’elemento markerLst. L’attributo name deve corrispondere al valore dello stesso attributo nella definizione dell’indicatore.

Esempio:

<markerRef name="No Marker"/>

D2.3 Opzioni del controllo combinazione indicatori

fillmarkerSchemeLst

Una lista delle combinazioni di indicatori di think-cell che sarà utilizzata nel controllo dello schema indicatore sulla barra degli strumenti mobile (si veda Combinazione indicatori). Le combinazioni di indicatori individuali vengono definite per mezzo dell’elemento secondario fillmarkerScheme.

Esempio:

<fillmarkerSchemeLst> 
  <fillmarkerScheme name="Company marker scheme"> 
  ... 
</fillmarkerSchemeLst>

fillmarkerScheme

Una combinazione di indicatori che consiste in una sequenza di indicatori. Viene definita facendo riferimento agli indicatori per mezzo dell’elemento secondario fillmarker. L’attributo name contiene il nome visualizzato nel controllo combinazione colori.

Esempio:

<fillmarkerScheme name="Company marker scheme"> 
  <fillmarker> 
  ... 
</fillScheme>

fillmarker

Uno stile indicatore combinato che consiste in un riferimento a un indicatore tramite elemento secondario markerRef e un riferimento al colore di riempimento tramite l’elemento secondario solidfillRef. Se markerRef fa riferimento a noMarker, solidfillRef sarà ignorato.

Esempio:

<fillmarker> 
  <markerRef name="Square"/> 
  <solidfillRef name="Orange"/> 
</fillmarker>

D3 Personalizzazione dei grafici

D3.1 fillSchemeRefDefault

Un riferimento a una combinazione di riempimenti utilizzata come combinazione colori predefinita per tutti i tipi di grafico. Se vengono utilizzati uno o più dei seguenti elementi

fillSchemeRefDefaultStacked, 
fillSchemeRefDefaultWaterfall, 
fillSchemeRefDefaultClustered, 
fillSchemeRefDefaultMekko, 
fillSchemeRefDefaultArea, 
fillSchemeRefDefaultPie, 
fillSchemeRefDefaultBubble

essi hanno la priorità sulla combinazione predefinita qui impostata per il tipo di grafico specifico corrispondente. Se vengono utilizzati tutti questi elementi, è possibile omettere fillSchemeRefDefault.

Esempio:

<fillSchemeRefDefault name="Company scheme"/>

D3.2 fillSchemeRefDefaultStacked

La combinazione colori predefinita per i grafici in pila.

Esempio:

<fillSchemeRefDefaultStacked name="Stacked scheme"/>

D3.3 fillSchemeRefDefaultWaterfall

La combinazione colori predefinita per i grafici a cascata.

Esempio:

<fillSchemeRefDefaultWaterfall 
  name="Waterfall scheme"/>

D3.4 fillSchemeRefDefaultClustered

La combinazione colori predefinita per i grafici raggruppati.

Esempio:

<fillSchemeRefDefaultClustered 
  name="Clustered scheme"/>

D3.5 fillSchemeRefDefaultMekko

La combinazione colori predefinita per i grafici Mekko.

Esempio:

<fillSchemeRefDefaultMekko name="Mekko scheme"/>

D3.6 fillSchemeRefDefaultArea

La combinazione colori predefinita per i grafici ad area.

Esempio:

<fillSchemeRefDefaultArea name="Area scheme"/>

D3.7 fillSchemeRefDefaultPie

La combinazione colori predefinita per i grafici a torta.

Esempio:

<fillSchemeRefDefaultPie name="Pie scheme"/>

D3.8 fillSchemeRefDefaultBubble

La combinazione colori predefinita per i grafici a bolle.

Esempio:

<fillSchemeRefDefaultBubble name="Bubble scheme"/>

D3.9 lnfillmarkerSchemeRefDefault

La combinazione colori predefinita per i grafici a linee.

Esempio:

<lnfillmarkerSchemeRefDefault name="Line scheme"/>

D3.10 lnfillmarkerSchemeRefDefaultCombination

La combinazione colori predefinita per i grafici combinati.

Esempio:

<lnfillmarkerSchemeRefDefaultCombination 
  name="Combination scheme"/>

D4 Personalizzazione delle linee

D4.1 lnfillDefault

Il tipo di linea predefinito utilizzato in think-cell. Viene definito l’uso di un elemento lnRef per indicare una delle linee dell’elemento lnLst, il tipo tratteggio e lo spessore. Uno dei colori a tinta unita dell’elemento fillLst viene indicato tramite solidfillRef per impostare il colore.

Esempio:

<lnfillDefault> 
  <lnRef name="Solid 0.75 pt" /> 
  <solidfillRef name="tx1" /> 
</lnfillDefault>

Se l’elemento lnRef o solidfillRef manca da una delle definizioni dello stile linea sottostanti, verrà utilizzato il valore corrispondente di lnfillDefault.

lnfillGridline

Lo stile linea della griglia.

D4.2 Contorni dei segmenti

I contorni dei segmenti vengono definiti nel livello della combinazione di riempimento, ossia ogni combinazione del controllo combinazione colori può impostare anche uno stile linea per i contorni dei segmenti. I seguenti elementi sono pertanto secondari rispetto a un elemento fillScheme.

lnfillSegment

Lo stile del contorno predefinito di questa combinazione colori.

lnfillSegmentMekko

Lo stile dei contorni dei grafici Mekko tramite la combinazione colori dell’elemento padre. Se viene omesso, si utilizza lo stile linea di lnfillSegment.

Esempio

In questo caso, noLine viene utilizzato per i contorni dei segmenti. Tuttavia, dal momento che spesso non è adatto ai grafici Mekko, questi ultimi utilizzano una linea continua sottile con il colore primo piano standard.

<fillScheme name="PowerPoint Theme" ...> 
  <lnfillSegment> 
    <noLine/> 
  </lnfillSegment> 
  <lnfillSegmentMekko> 
    <lnRef name="Solid 0.25 pt" /> 
    <solidfillRef name="tx1" /> 
  </lnfillSegmentMekko> 
  <fillRef name="accent1"/> 
  ... 
</fillScheme>

D4.3 Linee nei grafici

I seguenti elementi sono elementi figlio dell’elemento chart.

lnfillAxis

Lo stile linea predefinito dell’asse del grafico.

lnfillAxisCategory

Lo stile linea dell’asse della categoria. Può essere utilizzato per impostare una linea di base più spessa. Se viene omesso, si utilizza lnfillAxis.

lnfillArrow

Lo stile linea predefinito utilizzato per le frecce di differenza.

lnfillArrowCAGR

Lo stile linea utilizzato per le frecce CAGR.

lnfillArrowCategoryDifference

Lo stile linea utilizzato per le frecce di differenza totali.

lnfillArrowSegmentDifference

Lo stile linea utilizzato per le frecce di differenza tra livelli.

lnfillExtensionLine

Lo stile linea utilizzato per le linee di estensione delle frecce di differenza tra livelli.

lnfillConnector

Lo stile linea utilizzato per le linee del connettore.

lnfillValueLine

Lo stile linea utilizzato per le linee del valore.

lnfillTrendLine

Lo stile della linea utilizzato per le linee di tendenza.

lnfillPartition

Lo stile linea utilizzato per le partizioni.

lnfillErrorBar

Lo stile linea utilizzato per le barre di errore.

D4.4 Linee della legenda

Il seguente elemento è un elemento figlio dell’elemento legend.

lnfill

Il contorno legenda. Quando questo elemento non viene utilizzato, la legenda non presenta contorno. Se si utilizza l’elemento, ma si specifica solo lo stile o il colore della linea, la proprietà che non viene specificata verrà impostata da lnfillDefault in base ai valori abituali.

Esempio:

<legend> 
  <lnfill> 
    <lnRef name="Solid 0.75 pt" /> 
    <solidfillRef name="Dark Gray" /> 
  </lnfill> 
</legend>

D4.5 Linee collegate alle etichette

I seguenti elementi sono elementi figlio dell’elemento label.

lnfillLeaderLine

Lo stile linea utilizzato per la linea tra l’etichetta di un segmento e il segmento stesso, quando l’etichetta non è posizionata all’interno del segmento. Se solidfillRef non viene specificato, anziché utilizzare il colore di lnfillDefault, think-cell utilizza il colore corrispondente a quello del carattere dell’etichetta impostato automaticamente.

lnfillBubble

Lo stile linea utilizzato per il contorno delle etichette della freccia di differenza.

D5 Personalizzazione di una Harvey ball e di un segno di spunta

D5.1 harveyball

Uno stile combinato per Harvey ball costituito dagli elementi secondari fillRefCompleted e fillRefBackground, che descrivono, rispettivamente, il colore dello stato di completamento e il colore dello sfondo dell’Harvey Ball.

Esempio:

<harveyball> 
  <fillRefCompleted name="Black"/> 
  <fillRefBackground name="White"/> 
</harveyball>

D5.2 fillRefCompleted

Vedere fillRef.

D5.3 fillRefBackground

Vedere fillRef.

D5.4 casella di controllo

Uno stile combinato per la casella di controllo formato dall’elemento secondario fillRef per descrivere il colore di sfondo della casella di controllo, l’elemento secondario lnfill per descrivere la struttura della casella di controllo e l’elenco di simboli, caratteri e immagini dell’elemento secondario choices.

Esempio:

<checkbox> 
  <fillRef name="Light Gray"/> 
  <lnfill> 
    <noLine/> 
  </lnfill> 
  <choices> 
    <glyph hotkeys="xX2"> 
      <solidfillRef name="Pink"/> 
      <font typeface="Arial Unicode MS"/> 
      <t>&#10007;</t> 
    </glyph> 
    <glyph hotkeys="qQ3"> 
    <font typeface="Arial Unicode MS"/> 
    <t>?</t> 
    </glyph> 
    <pic hotkeys="uU4"> 
      <Relationship Target="up.emf"/> 
    </pic> 
    <pic hotkeys="dD5"> 
      <Relationship Target="down.emf"/> 
    </pic> 
    <glyph hotkeys=" 0"> 
    <t> </t> 
    </glyph> 
  </choices> 
</checkbox>

D5.5 scelte

Un elenco di scelte da usare in una casella di controllo. L’elenco può contenere un numero qualsiasi di elementi glyph per caratteri e simboli e pic per le immagini.

D5.6 glifo

Un glifo (carattere o simbolo) usato come una delle scelte di una casella di controllo. L’attributo hotkeys descrive un elenco di tasti di scelta rapida che consentono di selezionare il glifo. L’elemento secondario solidFillRef descrive il colore del carattere o del simbolo, font il tipo di carattere e t il carattere o il simbolo stesso.

Esempio:

<glyph hotkeys="qQ3"> 
  <solidfillRef name="Blue"/> 
  <font typeface="Arial Unicode MS"/> 
  <t>?</t> 
</glyph>

D5.7 t

Un carattere o un simbolo usato in un glifo (a sua volta usato in una casella di controllo). I contenuti di questo elemento possono includere: un carattere testo (a), un simbolo Unicode o un riferimento di carattere numerico a un punto di codice Unicode. Il riferimento numerico può essere fornito mediante numeri decimali (&#10007;) o esadecimali (&#x2717;).

D5.8 pic

Un’immagine usata come una delle scelte di una casella di controllo. Il nome di un file EMF con immagine, viene dato uguale a quello dell’attributo Target dell’elemento secondario Relationship. L’attributo hotkeys descrive un elenco di combinazioni di caratteri che selezionano l’immagine.

Esempio:

<pic hotkeys="dD5"> 
  <Relationship Target="down.emf"/> 
</pic>

D6 Struttura dei file

I file di stile think-cell sono file XML conformi allo schema

http://schemas.think-cell.com/24132/tcstyle.xsd

Nota: Sono supportati solo i file di stile convalidati con successo secondo lo schema XML. È possibile che un file di stile che non è completamente valido dal punto di vista tecnico, ad esempio, omettendo alcuni elementi, venga caricato in una determinata versione di think-cell, ma potrebbe non essere valido nelle versioni future.

D6.1 style

L’elemento style rappresenta l’elemento principale di un file di stile. L’attributo obbligatorio name definisce il nome dello stile attualmente attivo, visualizzato nel menu Altro. Gli attributi xmlns, xmlns:xsi e xsi:schemaLocation non devono essere modificati rispetto all’esempio quando si crea un nuovo file di stile.

I file di stile creati per le versioni precedenti di think-cell continuano a funzionare senza alcuna variazione. Se si desidera utilizzare elementi aggiuntivi che sono supportati solo nella versione corrente, è necessario aggiornare il numero di versione negli attributi xmlns e xsi:schemaLocation a quello mostrato nell’esempio seguente.

Esempio:

<style name="Example style name" 
xmlns="http://schemas.think-cell.com/24132/tcstyle" 
xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance" 
xsi:schemaLocation= 
  "http://schemas.think-cell.com/24132/tcstyle 
   http://schemas.think-cell.com/24132/tcstyle.xsd"> 
... 
</style>

A questo punto è inoltre possibile apportare modifiche ad altri elementi per assicurarsi che il file di stile aderisca al formato qui descritto.

D6.2 noStyle

Se un file di stile contiene esclusivamente questo elemento, il suo caricamento comporterà la rimozione delle informazioni dello stile corrente dallo schema di diapositiva.

Esempio:

<noStyle 
xmlns="http://schemas.think-cell.com/24132/tcstyle" 
xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance" 
xsi:schemaLocation= 
  "http://schemas.think-cell.com/24132/tcstyle 
   http://schemas.think-cell.com/24132/tcstyle.xsd"/>

D6.3 Gerarchia degli elementi XML

I seguenti elementi sono descritti in Definire colori, stili linea e indicatori:

  • fillLst
    • noFill
    • solidFill
      • schemeClr
      • srgbClr
      • sdrgbClr
      • scrgbClr
      • prstClr
    • patFill
      • fgClr + bgClr
  • lnLst
    • noLine
    • ln
      • prstDash
  • markerLst
    • noMarker
    • marker
      • symbol

I seguenti elementi sono descritti in Uso di colori, linee e indicatori negli schemi:

  • fillSchemeLst
    • fillScheme
      • fillRef
      • lnfillSegment
        • solidfillRef
        • lnRef
      • lnfillSegmentMekko
        • solidfillRef
        • lnRef
  • lnfillmarkerSchemeLst
    • lnfillmarkerScheme
      • lnfillmarker
        • solidfillRef
        • lnRef
        • markerRef
  • fillmarkerSchemeLst
    • fillmarkerscheme
      • fillmarker
        • solidfillRef
        • markerRef

I seguenti elementi sono descritti in Personalizzazione dei grafici:

  • fillSchemeRefDefault
  • fillSchemeRefDefaultStacked
  • fillSchemeRefDefaultWaterfall
  • fillSchemeRefDefaultClustered
  • fillSchemeRefDefaultMekko
  • fillSchemeRefDefaultArea
  • fillSchemeRefDefaultPie
  • fillSchemeRefDefaultBubble
  • lnfillmarkerSchemeRefDefault
  • lnfillmarkerSchemeRefDefaultCombination
  • fillmarkerSchemeRefDefault
  • lnfillDefault
    • solidfillRef
    • lnRef
  • lnfillGridline
    • solidfillRef
    • lnRef

I seguenti elementi sono descritti in Personalizzazione delle linee:

  • Grafico
    • lnfillAxis
      • solidfillRef
      • lnRef
    • lnfillAxisCategory
      • solidfillRef
      • lnRef
  • legenda
    • lnfill
      • solidFillRef
      • lnRef

I seguenti elementi sono descritti in Personalizzazione di una Harvey ball e di un segno di spunta:

  • harveyball
    • fillRefCompleted + fillRefBackground
  • casella di controllo
    • fillRef
    • scelte
      • glifo
        • solidfillRef
        • carattere
        • t
      • pic
        • Relazione